Menu Chiudi

Come funzionano le campagne Display per Spotify

Con le campagne Display eviti di comprare ascolti per la tua musica su Spotify, hai un metodo concreto per promuovere singoli e album sulla piattaforma e ottieni plays reali e targetizzati da utenti italiani.

Come funzionano le campagne Display per Spotify

Stai per rilasciare il tuo nuovo progetto su Spotify e vuoi scoprire come promuoverlo?

Vuoi capire finalmente quale è il metodo migliore per promuovere musica su Spotify?

Ti interessa ottenere ascolti reali italiani per la tua musica?

Sei rimasto colpito perchè il nostro servizio di promozione tramite le Campagne Display può garantirti un risultato minimo di ascolto garantito senza fare utilizzo di automazioni o bot?

Vuoi sapere come è possibile, cosa sono e come funzionano le campagne Display ed avresti un milione di domande da fare?

Dopo anni di pigrizia e procrastinazione, finalmente abbiamo deciso di comune accordo di creare questo articolo, per spiegare a tutti i profani, cosa sono e come funzionano le nostre Campagne Display per Spotify!

promuovere musica su Spotify, come promuovere musica su Spotify, promuovere musica, promuovere un album su Spotify, come promuovere un album su Spotify, come promuovere un singolo su Spotify, come promuovere un progetto su Spotify, promozione su spotify, comprare ascolti spotify, comprare ascolti italiani, comprare ascolti spotify

Queste ed altre parole chiave, portano a questo articolo!

Cosa sono le campagne Display

Le campagne Display consistono in annunci Display sulla rete Google Ads. Questo tipo di annunci consente di promuovere su tutta la vasta rete Adsense di Google, composta da tutte le app mobile disponibili nel Play Store, tutte le piattaforme di Google e tutti i siti web connessi ad Adsense, qualsiasi sito web, tramite degli annunci cliccabili misti, ossia aventi un immagine ed un testo.

Questo tipo di campagne pubblicitarie sono state il motore del successo di Google e popolano la rete già dall’era di internet 1.0 quando creare un sito era tutto un codice html e per poter accettare un commento su un sito c’era bisogno di fare le nottate a programmare al computer.

Le campagne Display non sono quindi nient’altro che un insieme di annunci composti da immagini e testo e offrono la possibilità di poter portare quantità di traffico inimmaginabili verso un sito web a costo bassissimi rispetto ad ogni altro sistema promozionale attualmente esiste.

Come sfruttiamo le Campagne Display per Spotify

Con l’evolversi della tecnologia Google Ads ha affinato le sue campagne Display e le sue possibilità di promozione rendendo possibile creare campagne con 3 livelli di targeting e con la possibilità di creare annunci adattabili funzionali in ogni situazione.

Quando creiamo una campagna Display per Spotify, non facciamo nient’altro che estrapolare direttamente da Spotify le immagini relative al contenuto da promuovere, creando una call to action che può essere:

Ascolta XXXXX, il nuovo singolo di Tizio Caio Sempronio!

In questo modo, l’annuncio creato, verrà automaticamente declinato per tutti i posizionamenti e sarà posizionato su tutta la rete Google alla ricerca di potenziali utenti interessati a cliccare e scoprire di più.

In questo modo è possibile dunque portare gli utenti a interagire direttamente con il contenuto sulla piattaforma di ascolto e quindi portare all’artista ascolti reali, targetizzati e interattivi che possono scaturire in azioni di follow up e di saves dei brani.

L’evoluzione embed degli annunci Display

A seguito dell’implementazione della possibilità di embeddare un codice in un annuncio Display per alcuni posizionamenti ci è possibile sfruttare direttamente gli embed code di Spotify e quindi offrire un esperienza di preascolto agli utenti interessati dalla campagna.

In questo modo oltre a ottenere ascolti, è più facile incuriosire gli utenti e fare una preselezione direttamente tramite la preview autogenerata del brano.

Il grande mistero dei risultati minimi garantiti

Garantire risultati nel mondo della pubblicità è una vera arte e noi per questo motivo siamo i nuovi Basquiat…

Sto scherzando…

I sistemi promozionali si basano su un algoritmo che calcola e fattura per ogni clic un costo (CPC) ed in questo modo non considera gli annunci mostrati, ma soltanto i clic ricevuti.

In questo modo settando correttamente una campagna è possibile avere un rapporto (CTR) tra i clic e gli annunci e quindi avere un riscontro di stream sui brani.

Ad oggi le proporzioni in media sono queste:

10 annunci : 3 clic : 2 ascolti

Sulla base di queste proporzioni abbiamo messo su il nostro servizio di punta per promuovere musica su Spotify e sebbene molti ce lo invidiano, siamo gli unici in Italia a far girare queste campagne nel modo giusto da anni…

Come funziona il servizio

Se hai deciso di bombardare la rete Google dei tuoi annunci e comparire a migliaia di utenti che leggono notizie attinenti alla tua musica, giocano sul play store oppure usano le piattaforme di streaming, allora sicuramente una campagna Display fa al caso tuo.

Per ordinare una campagna Display, ti basta semplicemente accedere alla pagina del servizio e scegliere il risultato minimo garantito che vuoi raggiungere.

In fase di Checkout potrai dunque inserire tutte le informazioni per la fatturazione del servizio e inserire tutti i dati relativi alla campagna, quale il link del brano da cui estrapoleremo i contenuti visuali, il targeting del pubblico, per decidere a chi mostrare l’annuncio e la durata della campagna.

In questo modo, entro sole 6 ore lavorative, ossia massimo 2 giorni, potrai ricevere l’elaborazione e l’attivazione della tua campagna ed iniziare a vedere il tuo singolo ottenere ascolti e saves da utenti italiani ed in target.

Ricapitoliamo

Con le campagne Display eviti di comprare “ascolti reali italiani” per la tua musica su Spotify, hai un metodo concreto per promuovere singoli e album sulla piattaforma e ottieni plays reali e targetizzati da utenti italiani.

Le campagne Display sono l’unico metodo promozionale reale per ottenere ascolti reali, targetizzati ed italiani per la propria musica su Spotify senza incappare in ban, sospensioni dei pagamenti delle royalties ed altre brutte avventure.

Affidarti a dei professionisti per la creazione di queste campagne, non solo ti evita tutta una serie di problemi di fatturazioni etc, ma ti consente di investire il tuo budget in maniera altamente mirata, avere la garanzia di un risultato e soprattutto avere un team a disposizione h24 per qualsiasi informazioni, con un grado di soddisfazione medio per utente di 4.4 stelle su 5 (non abbiamo capito perchè Trustpilot non ci conteggia a 4.7 per media matematica, forse perchè siamo nella free version, ma vabbè…)!

Scopri i nostri servizi, contattataci dal pulsate in basso e inizia a promuovere con successo la tua musica su Spotify!

Il materiale contenuto in questo articolo è coperto da copyright pertanto la riproduzione totale o parziale è vietata. E' possibile utilizzare il testo parzialmente a patto che ne sia citata la fonte.

@ 2022 Novenovepi™ – Agenzia di promozione musicale online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli recenti

Come funzionano le nostre Playlist Spotify

Nel 2016, appena abbiamo aperto formalmente la nostra agenzia, dopo svariati anni di militanza nel mondo del music marketing come liberi professionisti o prestatori occasionali, abbiamo deciso di aprire delle nostre Playlist su Spotify, per consentire agli artisti di avere un luogo in cui poter far conoscere la propria musica agli utenti della nostra community.

Vai all'articolo!
Apri la chat!
1
Scrivici! 😊
Ciao!
Ciao!
Per informazioni e curiosità o per organizzare una campagna promozionale, scrivici!