Menu Chiudi
copertina articolo promozione musicale

Promozione musicale: O tutto o niente!

Se stai lavorando alla tua musica e pubblichi regolarmente negli Store o su Youtube e Instagram i tuoi contenuti musicali, ti sarai di certo reso conto, che nonostante i contenuti momentaneamente generano un certo interesse, questo interesse cala nel corso di pochi giorni.

Promozione musicale: O tutto o niente!

Tempo di lettura: 10 minuti

Ciao!

Se stai lavorando alla tua musica e pubblichi regolarmente negli Store o su Youtube e Instagram i tuoi contenuti musicali, ti sarai di certo reso conto, che nonostante i contenuti momentaneamente generano un certo interesse, questo interesse cala nel corso di pochi giorni.

Questa situazione è snervante e ti mette nella condizione di affrontare ogni progetto come se partissi sempre da zero. Abbiamo deciso perciò di creare un articolo che possa aiutarti nel creare una vera strategia promozionale, che non si basi solo sul raggiungere risultati nel breve termine, ma che riesca a consentirti di avere una costanza e un interesse generale costante verso i tuoi contenuti e la tua musica.

Il titolo è ovviamente provocatorio, ma sicuramente alla fine dell’articolo, ne capirai il motivo.

Promozione musicale: Niente!

Partiamo da una condizione di base molto comune.

Stai per pubblicare una release da zero e devi risollevare la tua fanbase, riscaldarla e fare in modo che in qualsiasi modo si interessi ai contenuti e supporti le uscite.

Da quando hai pubblicato la precedente release ad ora che stai per annunciare la nuova, hai fatto poco o niente per tenere l’attenzione.

Che fine hai fatto sui social?

Ti sarai forse reso conto che quando abbandoni i social per un pò di tempo, la reach del tuo profilo, le visite alle storie e le interazioni generali tendono ad essere sempre molto basse e il lavoro di riscaldamento del profilo è faticoso. Riproporre una strategia o un contenuto simile ad uno precedente difficilmente aumenta le prestazioni.

Questo accade perchè Instagram tende a premiare i contenuti dove l’intrattimento è maggiore, cercando di accattivare gli utenti e tenerli incollati al display per quanto più tempo possibile. In questo modo, potrà sottoporgli i contenuti di maggiore interesse, le pubblicità e le nuove features (ad esempio i Reels).

Ovviamente prima che il tuo profilo si reindicizzi per ritornare ad avere la giusta esposizione ci vorrà un pò di tempo, giorni se non settimane.

Quello che andrai molto probabilmente a fare, sarà tentare in tutti i modi, facendo enorme sforzo, di risollevare i social perlomeno per la durata dell’uscita.

Per poi ritornare a zero di nuovo.

Dove sono finiti i tuoi ascoltatori mensili?

Il tuo profilo Spotify, che aveva avuto un piccolo momento di gloria nell’uscita precedente, dopo l’hype dell’ultima uscita, ha marcato la sua curva di decrescita ed ora non restano che pochi fedelissimi ascoltatori.

Purtroppo nella promozione di un’uscita ci sono diversi fattori in gioco ed uno di questi, se non il più importante, è cercare di fare in modo che gli utenti oltre ad ascoltare un brano, lo salvino e seguano il profilo.

Più persone eseguono queste due azioni e più le probabilità di avere successo con le release future aumenta. Inoltre una buona fanbase e una buona base di ascolti ricorrenti, può senz’altro favorire il posizionamento editoriale ed algoritmico dei brani, che può garantire un flusso costante e crescente di ascolti.

Partire da una cattiva campagna di pre-save, effettuare il lancio in maniera scordinata ed eseguire una promozione veloce e limitata a pochi giorni, sicuramente non ti sarà d’aiuto.

Hai chiuso il canale Youtube?

Se hai basato la tua strategia sulla pubblicazione di video su Youtube e non hai prestato attenzione al posizionamento dei video, allora il tuo canale, dopo la prima ondata di ascolti, si ritroverà in una situazione poco gradevole.

Pochissime visualizzazioni, pochissimi nuovi iscritti e i video catalogati male e difficili da trovare.

Purtroppo questa cosa è molto frequente e comune e capita soprattutto quando all’atto della pubblicazione e della promozione del video, non si è tenuto conto dell’indicizzazione del video e del ranking su Youtube.

Mentre stai pensando di far uscire il nuovo video, praticamente avrai pochissimi utenti che lo troveranno in organico e dovrai spammare, promuovere e far girare il contenuto per provare almeno a tenere i risultati del precedente.

Non ti volevo scoraggiare.

Ti ho descritto questo scenario, perchè lavorando a stretto contatto con centinaia di artisti ogni mese, vediamo queste situazioni ogni giorno.

Addirittura ci capita che artisti che seguiamo e apprezziamo, facciano uscire dei brani senza che ce ne arrivi nemmeno comunicazione.

Purtroppo il problema di base di molti artisti è che non pianificano con costanza le loro mosse e non hanno una vera e propria strategia.

Immaginati una persona qualunque, che di tanto in tanto va a fare una partitella di calcetto con gli amici. Se non si allena costantemente, dopo pochi scatti, sarà completamente bruciato nella partita e avrà bisogno di un pò di tempo per ritornare a giocare. Inoltre le sue prestazioni non saranno mai al livello di chi, invece, seppur poco, si tiene sempre allenato ed è costante nel giocare.

Purtroppo, in ogni competizione, le regole sono le stesse. Costanza, strategia e tenacia!

Promozione musicale: Tutto!

Se da una parte abbiamo visto una situazione disastrosa, dove oltre a dover far fronte a un calo drastico delle metriche, l’artista si è trovato comunque a dover far fronte alla sua voglia di dare e ottenere il massimo, in questa sezione parleremo di come gestire il proprio “gioco” in modo da non dover partire ogni volta da zero.

Ti vedo spesso su Insta!

Nonostante tu non stia facendo nulla di eclatante, cerca di tenere sempre alta l’attenzione sui social. I tuoi contenuti devono risultare sempre interessanti e sopratutto, quando non hai contenuti interessanti da condividere, mantieni un normale silenzio.

Potrà sembrarti strano, ma il sistema di Instagram, funziona un pò come una scalata. Ogni tua azione, dalla condivisione di una storia, di un post, di un tag particolare, aziona delle leve. Più intrattieni il tuo pubblico quando pubblichi qualcosa, più aumenterà la copertura del tuo profilo e la visibilità delle tue stories.

Qualche trucchetto?

Sai come si leggono le Insight di Instagram? E’ importante!

Se apri la tua dashboard professionale oppure apri dal menù i dati statistici potrai trovare le informazioni relative alla copertura del tuo profilo negli ultimi 7 giorni e negli ultimi 30 giorni.

Nella Panoramica potrai quindi vedere i dati relativi alle Impression e alla Copertura.

Vuoi un consiglio? Cerca di mantenere questi dati costanti e in crescente aumento.

Come?

1. Promuovi una storia a lungo termine!

Hai presente le sponsorizzate?

Ah, giusto! Forse sei qui proprio da una storia sponsorizzata!

Sicuramente le hai utilizzate o comunque sai come funzionano. Questo potente strumento messo a disposizione da Instagram può diventare fondamentale, se abbinato ad un buon contenuto che crei interesse negli utenti e a una buona strategia di targetizzazione. Inoltre, puoi decidere di impostare un budget ricorrente a partire da 1€ al giorno, che tutto sommato, significa generare copertura, visite al profilo e magari qualche nuovo follower!

2. Ci sono Crescite e crescite…

Se conosci il fantastico mondo dei social e ne fai parte da un pò, ti sarà capitato sicuramente di trovare allettanti offerte che ti proponevano follower a pacchi da 1k a 5€.

Ovviamente italiani, reali, attivi, profilati, targetizzati etc.

Lasciami esprimere un opionione:

Ne abbiamo provati di ogni tipo e purtroppo non servono a niente. La maggior parte di questi servizi non vende nient’altro che account generati automaticamente da server. Account che ovviamente risulteranno inattivi, inutilizzati, inutili.

Sinceramente crediamo che barare sui social non sia la scelta migliore. Infatti abbiamo lavorato su un network di engagement che consente di ottenere follow da persone reali, soltanto consenzienti, senza alcuna forzatura. E guarda caso questi followers oltre a commentarci i post e seguire le storie, effettuano anche acquisti sul sito. Quindi stonks.

Ovviamente i profili che arrivano da una crescita sono sempre profili “COLD”, ossia freddi. Non ti conoscono, si sono solo interessati a te, sotto consiglio del network. Per renderli attivi devi soltanto spingere l’accelleratore su Instagram e fare in modo di comparirgli nel feed e nelle storie per ottenere la loro attenzione!

Vuoi fare una prova?

3 – Cura il tuo engagement rate

Se pubblichi una foto e sei sicuro che il contenuto può interessare a migliaia di persone, perchè limitarne la copertura?

Puoi sfruttare i meccanismi di interazione tramite commenti e like Instagram creando dei piccoli gruppi di amici che ti aiutano a fare le prime interazioni e sfruttare il networking per far sbarcare i tuoi contenuti in Esplora!

In pratica ci riusciamo ad ogni nostro post e difatti non è una cosa difficile!

Prova a postare un contenuto e a far arrivare like e commenti dalla nostra community! In pochi minuti dalla pubblicazione puoi ricevere migliaia di like e di commenti! Come?

Vedo che ti ascoltano in molti…

Hai presente il gap cognitivo che hai quando ascolti per la prima volta un brano e poi lo riascolti e ti entra in testa? Un’ascolto non basta! Parliamoci chiaro. Il mercato è pieno di uscite e non c’è un motivo particolare per cui dovrei preferire un brano di cui non so nulla e che magari non capisco nemmeno al primo ascolto ad un brano di Drake. Ascolterò Drake.

Ma perchè?

Semplicemente perchè l’ho ascoltato già più volte.

Avere una costanza negli ascoltatori mensili che riproducono i tuoi brani su Spotify è il processo fondamentale per iniziare a far girare le cose. Se c’è stato un periodo in cui gli artisti si sbattevano per fare il “milione di views” su Youtube, adesso l’unica vera metrica che conta a livello di cash, money, moneta, dinero, soldi per un artista sono gli ascoltatori mensili.

Perchè?

Gli ascoltatori mensili generano un flusso di cassa costante.

Avere 100.000 ascoltatori sul profilo significa riuscire a generare in un anno circa 4000$ di entrate dai payout.

Come fare? Ti do qualche indizio!

1- Promuovi, promuovi, promuovi.

Devi cercare di spostare quanta più gente possibile a darti almeno uno chance di ascolto e poi ripescare questi utenti per fargli riascoltare il tuo brano di nuovo. Questo dovrebbe essere il tuo obbiettivo!

Come puoi ottenerlo?

Crea un teaser accattivante, pubblicalo nelle storie e promuovilo su un pubblico molto ristretto. Puoi creare un pubblico localizzato, in modo che non comprenda molti utenti, targetizzato per interessi, in modo che non sia dispersivo e demografico, in modo da raggiungere solo la fascia di età che ti interessa.

Come prima, puoi partire anche da un euro al giorno per un mese, per ottenere un ottimo risultato!

2- Massifica gli ascolti

Ottenere ascolti da utenti molto vicini a te o alla tua rete di contatti già è un buon traguardo, ma arrivare ad utenti lontani da te e dalla tua musica può essere perfetto per valutare la reazione di un pubblico freddo al tuo brano.

Per dire, se lo ascolta tuo fratello, ti fa i complimenti, ma davanti a 10.000 estranei?

Come puoi farlo?

Sfrutta una campagna Display!

Le campagne Display ti consentono di ottenere ascolti su un pubblico targetizzato per genere musicale direttamente tramite un annuncio riproducibile con la tua release Spotify. Ad esempio:

In pratica questo player è stato generato direttamente da Spotify, è riproducile da chiunque anche senza login Spotify e può generare migliaia di ascolti se posizionato bene.

Per adesso, facciamo arrivare qualche ascolto a Justin Bibier!

E la cosa bella delle Display è che oltre al servizio di promozione, offriamo in omaggio, quello che può realmente cambiare la sorte di un brano e la visibilità di un artista emergente…

3 – Ottenere quanti più inserimenti in Playlist

Che siano playlist editoriali, algoritmiche, private o di curatori indipendenti, la cosa più importante per raggiungere community consolidate ed ottenere considerazione è ottenere quanti più inserimenti possibile.

L’importanza delle playlist editoriali ed algoritmiche è indubbia e credo che sprecarci anche un solo altro minuto è inutile. Anche perchè c’è un articolo abbastanza completo che ne parla qui —> Le playlist di Spotify!

Le playlist private degli ascoltatori sono perfette per aumentare l’esposizione del brano e gli ascolti ricorrenti e chiedere di salvare il brano e inserirlo nelle playlist private ai propri follower fa parte delle basi di una buona comunicazione.

Mentre le playlist dei curatori indipendenti se curate e gestite bene, sono un ottimo palcoscenico per i brani e gli artisti che li propongono. Ed inoltre sono un ottimo modo per arrivare ad un pubblico caldo che di buon grado ascolta le proposte musicali.

Noi abbiamo creato con cura e impegno le nostre, quasi 100.000 follower al network in circa 4 anni, vantiamo solo ascolti organici da tutta italia e i costi di inserimento (a partire da 20€) sono bastanti giusto a creare delle sponsorizzate performanti e a tenere un discreto flusso di ascolti!

Vuoi provarle? Se ordini un inserimento in Playlist condivideremo la tua traccia nelle nostre stories con un tag per far sapere a tutti i nostri utenti che il tuo brano c’è!

  • Playlist Pitch
    Prodotto in vendita
    20,00 400,00 

Ho beccato il tuo video in home!

Te lo sei mai sentito dire?

Se la risposta è positiva, beh allora, ottimo, vuol dire che sai come pubblicare i tuoi video ed ottenere ritorno algoritmico. Se la risposta è negativa, significa che il tuo video non ha ottenuto un buon ranking e una buona indicizzazione.

Cosa significa?

Il ranking di un video, ossia il punteggio di pertinenza, assegnato dalla piattaforma, dipende NON SOLO DALLE VISUALIZZAZIONI, ma sopratutto dalle interazioni, sia positive che negative.

Per indicizzazione invece si intende la catalogazione del video. E questa si basa soltanto sulla corretta strategia di pubblicazione ed in particolare sulla corretta formattazione del titolo, sulla pertinenza della descrizione e… sui tag.

1. Pubblica bene i tuoi video!

Se pubblichi bene un video hai già fatto un terzo dell’opera. Pubblicare bene significa gestire bene la data di pubblicazione (niente caricamenti all’ultimo secondo, niente problemi di upload, niente date sbagliate), formattare correttamente i titoli, le descrizioni e infine utilizzare i giusti tag.

Ma come si fanno queste cose?

Ne abbiamo parlato dettagliatamente in questo articolo —-> che ti consiglio di leggere dopo aver finito questo!

2. Promuovi bene i tuoi video!

Non basta infatti fare 100.000 views adf un video per diventare conosciuti e rispettati. Anzi, ci sono casi opposti completamente.

Promuovere bene i video significa promuoverli con strategia e con costanza, facendo sì che più utenti possibili incontrino un annuncio, una sponsorizzata, un trailer del video e possano facilmente decidere di guardarlo per intero.

Ci sono tre metodi principali per farlo e sono entrambi validi e funzionali per una buona strategia.

2.1 Le Campagne In-Stream

Se pensi che il tuo video può piacere ad utenti interessati ad altri video simili al tuo, puoi sfruttare una campagna In-Stream per farglielo comparire prima di un altro video. In questo modo andrai a fare visualizzazioni su un pubblico che molto probabilmente guarda il tuo stesso genere di video e per quanto la pubblicità può essere noiosa, molto spesso, le campagne hanno un discreto tasso di fidelizzazione e una discreta ritenzione delle visualizzazioni sul video.

Che significa?

Circa il 40% delle persone che incontra un annuncio tende a guardarlo fino all’ultimo secondo. Mica male vero?

Unica pecca?

Gli utenti hanno solo la possibilità di lasciare un like o un dislike e per fare un azione dovrebbero accedere al video, cosa non tanto semplice, visto che dopo il tuo video, c’è il video che hanno cercato prima!

Prova una campagna In-Stream, se vuoi localizzare e targetizzare l’annuncio skippabile del tuo video!

2.2 Le Campagne Discovery

Se vuoi lasciare che gli utenti aprano il tuo video liberamente e lo guardino senza forzature, allora non puoi che optare per una campagna Discovery.

In questo modo puoi raggiungere migliaia di utenti, che dovranno liberamente decidere di guardare il tuo video e che quindi saranno invogliati dagli annunci a interagirvi.

Questo metodo promozionale è il più completo e funzionale per generare interazioni e per evitare di raggiungere utenti che magari sono completamente disinteressati.

2.3 Le campagne Instagram

Ero quasi tentato di non dirlo, ma in realtà, lanciare un trailer nelle storie di Instagram e farlo girare sia tra i propri fan, che tra gli utenti del target (da usare un target simile a quello descritto all’inizio) è una pratica molto funzionale.

Come prima, promuovi una storia, con visite al sito web, incolli il link di Youtube e scegli il budget giornaliero. Piuttosto che sparare 10€ al giorno per 3 giorni, cerca di fare il contrario, 3€ al giorno per 10 giorni.

Pagherai di meno la copertura e otterrai più impression e clic dalla campagna!

3. Fai interagire gli utenti!

Per finire l’opera devi preoccuparti solo di questo. Ottenere like, commenti, iscrizioni al canale è fondamentale. Un video con un alto numero di like e dislike, con una bella discussione nei commenti, magari nata da qualche flamata, ha sempre un effetto devastante sul pubblico.

La verità infatti è che quando guardi un video musicale su Youtube, scorri per leggere i commenti. E’ una cosa incoscia, che nasce dall’esigenza di trovare una riprova sociale, nel pensiero che il video ha scaturito nell’utente che guarda.

Ma immaginati che il tuo video è una festa… Tutti guardano… Nessuno che parla… Ogni tanto qualcuno fa un cenno con il pollice, verso su o verso giù, non fa differenza… Tu che entri in questa stanza sei portato a gridare? Non credo proprio!

Ottenere interazioni, significa stimolarne altre. E un meccanismo di botta e risposta sotto al tuo video può far salire i commenti alle stelle e ovviamente il ranking del video!

C’è un modo per farlo accadere? Oh yes!

Ricapitoliamo?

Il consiglio non è quello di usare tutti i servizi insieme, magari svenandosi e dovendo così scomparire per mesi. No.

Costanza.

La cosa che devi capire è che senza una costanza, raggiungerai la vetta per un secondo e poi…

L’importante non è la caduta, ma l’atterraggio.

L’Haine

Devi strutturare la tua promozione in modo che sia sostenibile. Non fare nessun passo falso se vuoi rimanere nel gioco.

Se guadagni 1000€ al mese, non sputtanarti lo stipendio per fare successo. Non ce la farai. Il tuo investimento è ridicolo rispetto a chi può spendere 1000€ al giorno.

Punta a spendere il giusto e a fare in modo che non sia un peso per te. Te lo dico sia per la tua salute mentale, che per la tua salute economica, che per il futuro della tua carriera artistica!

Strategia.

Strategia non significa, tre mosse e via. Strategia significa visione di insieme, comprensione del campo d’azione, scelta delle mosse e soprattuto capire quanto è il momento di attaccare e quando è il momento di difendere.

Ricordati che sei un artista anche dopo un mese che la tua traccia è uscita e che se vuoi farlo davvero, stai creando anche quando non stai creando nulla.

Hai a disposizione decine di strumenti diversi, che possono essere vere e proprie armi per promuoverti al meglio, hai a disposizione il tempo e sopratutto la tua musica. Devi solo sfruttare tutto al meglio.

Tenacia.

Chi l’ha dura la vince e stop. Se ti fermi al primo ostacolo, non è per te. Se credi che sei stato umiliato, hai subito una sconfitta e pensi che non riuscirai a continuare, per problemi che possono essere economici, sociali o personali, non fermarti. Solo dopo tante sconfitte arrivano le soddisfazioni.

La tenacia è la virtù che ti farà vedere l’obbiettivo dove gli altri non lo vedono. E chi vede l’obbiettivo, se si concentra, ci arriva!

Conclusioni

Abbiamo messo un bel pò di contenuto in questo articolo, perchè ogni tanto ci fa piacere convididere con tutti informazioni che possono essere preziose e che possono svolgere un ruolo di utilità per chiunque fa musica a qualsiasi livello.

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi rimanere aggiornato sulle prossime uscite, puoi iscriverti alla nostra newsletter!

Se vuoi richiedere più informazioni invece trovi tutto il nostro team a disposizione per assisterti e consigliarti le migliori opzioni per il tuo caso!

Ps. lascia un commento se ti è piaciuto l’articolo o hai delle domande da porre!

Novenovepi™ – Agenzia di promozione musicale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi provare la nostra Crescita Instagram gratuitamente?

Iscriviti alla nostra newsletter per ottenere un invito per ottenere 10 followers gratuiti con il nostro servizio premium di Crescita Instagram!

Articoli recenti

9 Consigli per un Artista Emergente

@uanmess, rapper e producer, con alle spalle progetti e collaborazioni di massimo rilievo, ha rilasciato un pò di tempo fa, un articolo sul nostro blog con 9 consigli, frutto della sua esperienza, per tutti gli artisti emergenti che si affacciano al mondo della musica…

Vai all'articolo!
copertina articolo promozione musicale

Promozione musicale: O tutto o niente!

Se stai lavorando alla tua musica e pubblichi regolarmente negli Store o su Youtube e Instagram i tuoi contenuti musicali, ti sarai di certo reso conto, che nonostante i contenuti momentaneamente generano un certo interesse, questo interesse cala nel corso di pochi giorni.

Vai all'articolo!

Vuoi provare la nostra Crescita Instagram gratuitamente?

Iscriviti alla nostra newsletter per ottenere un invito per ottenere 10 followers gratuiti con il nostro servizio premium di Crescita Instagram!

*È consentita l’iscrizione di un solo profilo ed una sola mail per utente. La prova gratuita non consiste in un servizio, pertanto la velocità di erogazione e l’erogazione è concessa secondo disponibilità. La prova del servizio di Crescita viene concessa solo a scopo promozionale e pertanto non è ascrivibile ai servizi a pagamento e può differire in parte con il servizio offerto.

Benvenuto sul nostro sito!

Pacchetti in sconto fino al 50% e 10% di sconto automatico su tutti gli ordini superiori a 100€ fino al 22 Settembre

Se hai bisogno di aiuto, trovi il contatto WhatsApp di uno dei nostri operatori su ogni pagina!

Scegli ora la tua campagna promozionale!